Mostra ‘Giovanni Paolo II in Trentino’

Giovanni Paolo II ha sempre amato la natura e in particolare le montagne.
Con grande umiltà, soddisfazione e un pizzico di orgoglio, condivido questa notizia: è stata inaugurata a Cracovia (Polonia), all’interno del Centrum Jana Pawla II, il più importante museo-santuario dedicato al ricordo della figura e dell’opera di Papa Wojtyla, una sezione permanente dedicata al Suo intimo legame con la terra trentina, con il suo paesaggio e con i suoi abitanti.

La mostra ripercorre le visite di Giovanni Paolo II in Trentino, cinque volte tra l’agosto 1979 e l’aprile 1995, e mescola immagini d’epoca del Papa sulle nostre montagne con alcune tra le mie fotografie che mostrano la bellezza del paesaggio.
Ho scelto tali fotografie privilegiando proprio quei momenti, spesso al confine tra terra e cielo, dove la bellezza della Natura si è rivelata quale meraviglia del Creato. Ed è spontaneo guardare all’insù con profondo senso di gratitudine.

Sarà un caso – anzi, un caso non è… – che alcuni mesi fa, senza sapere di questo progetto, ho inserito quale ultima frase a conclusione del nuovo libro “La Voce delle Dolomiti“, proprio questa citazione:

“Queste montagne suscitano nel cuore il senso dell’infinito,
con il desiderio di sollevare la mente verso ciò che è sublime”

Giovanni Paolo II


(Photo credits: gazetakrakowska.pl)