AQUILA, LIBERTA'

eagle.jpg

Ultimamente gli incontri con gli animali selvatici sono più frequenti, li cerco più io e compaiono più loro...

Quest'aquila maestosa che vola nel cielo sopra le miserie umane mi ricorda il valore supremo della libertà.

Le parole che seguono sono tratte dal libro "Il profeta del vento" di Stefano Biavaschi e mai come adesso le sento vibrare ricche e profonde:

“Siate liberi. Voi lo sarete se sceglierete la vostra rotta.
Per la paura di dirigervi siete schiavi di ogni intemperia, vittime di ogni evento.
Non pensiate che nel vagare vi sia più Libertà che nell’andare. 
E nei mille naufragi che accompagnano il vostro navigare senza direzione non imprecate contro il destino: non siate come il navigante che incolpa il vento della rotta della sua imbarcazione. Anche voi gli direste: non sai disporre le vele, non sai tenere saldo il tuo timone. Accorgetevi pertanto delle vostre vele, recuperate il vostro timone.
Se non trovate motivi per farlo è solo perché nessuno vi ha mostrato bene la bellezza della vostra meta, ma voi avreste dovuto accorgervi che vi state spegnendo, che state bruciando senza ardere, che state invecchiando senza essere stati bambini.

Scoprite dunque la ricchezza della vostra vera Libertà. Siate liberi. E lo sarete separando il Bene dal Male.

So che spesso ritenete che il Male sia necessario al Bene perché questo sussista. Ma il Bene ha già in sé tutti gli opposti che gli servono, così come il seme è fatto per la pioggia e per il sole. E al seme basta questo per diventare germoglio.

Se amerete comprenderete tutte queste cose, perché il Bene non è la vostra costrizione, ma il dischiudersi del vostro amore.

La vostra vita fu infatti progettata per la Gioia, poiché appartenete da sempre ad ali d'aquila."